Curva di dissociazione dell’Emoglobina

Il 98% dell’ossigeno (O2) presente nel sangue viene trasportato dall’emoglobina (Hb), la parte restante è disciolta nel sangue secondo la legge  di Henry (la quantità disciolta è proporzionale alla pressione parziale dell’O2). Quando la pressione di ossigeno è di circa 95 mmHg (sangue arterioso), in 100 ml di sangue sono disciolti …

Associazione Svizzera Soccorritori – Sezione Ticino e Moesano

Il 30 aprile 2018 è stata costituita la Sezione Ticino e Moesano dell’Associazione Svizzera Soccorritori (ASS), con l’intento di promuovere nella Svizzera italiana gli interessi della nostra figura professionale e di permetterne una costante evoluzione affinché le cure preospedaliere perseguano un livello d’eccellenza e siano aggiornate allo stato dell’arte. Gli …

SHOCK CARDIOGENO

Sindrome clinica dipendente da una grave compromissione della funzione di pompa che rende il cuore incapace di produrre, pur in presenza di una volemia adeguata, un flusso di sangue sufficiente a soddisfare le richieste metaboliche dei tessuti, in condizioni di riposo, Poiché l’erogazione di O2 ai tessuti risulta inadeguata per il fabbisogno del …

Somministrazione terapia intranasale

La terapia intranasale viene effettuata attraverso la somministrazione di alcune tipologie di farmaci direttamente nella mucosa nasale attraverso l’utilizzo di uno specifico device. Il farmaco non solo viene assorbito velocemente e raggiunge rapidamente livelli terapeutici, ma evita l’assorbimento epatico della somministrazione EV. Terapia intranasale, i vantaggi La somministrazione della terapia …

La comunicazione non verbale in ambito sanitario

Il ruolo della comunicazione non verbale è di vitale importanza nel settore sanitario. Spesso, le espressioni del viso, i gesti, il contatto visivo, la postura e il tono della voce “parlano” al e del paziente con grande intensità. La comunicazione non verbale fornisce agli operatori la capacità di coinvolgere i …

Gestione della temperatura post ACR

Raccomandazioni ILCOR e gestione della temperatura dopo arresto cardiaco Il controllo della temperatura post arresto, rimane importante con un target di 32-36° C al posto dei 32-34° precedentemente indicati (ILCOR 15 ottobre 2015) Come si é arrivati a questa raccomandazione? Sommario lo standard di trattamento per ACC extraospedaliero con ritmo …