Oltre 9mila interventi per la Croce Verde

Oltre 9mila interventi per la Croce Verde nel 2014

f_75ba2e5c5d941c4f2ce34f585497fd64Il 2014 è stato un anno particolarmente impegnativo per Croce Verde Lugano. L’Ente ha infatti effettuato 9092 interventi, vale a dire 143 in più rispetto al 2013.

I dati confermano l’andamento in costante aumento dell’attività del Servizio Autoambulanza di CVL che ha registrato, solo negli ultimi 10 anni, un incremento della propria attività del 32%. Le missioni complessive che includono l’intervento dell’ambulanza e dell’automedica hanno raggiunto quota 10411.

I pazienti soccorsi e trasportati nel 2014 sono stati 8478 (+251 rispetto all’anno precedente). La media giornaliera è stata di 25 interventi; il giorno della settimana con maggiori richieste è stato il venerdì (27 missioni). Lievi incrementi si sono registrati nelle fasce orarie serali e notturne.

Un’attività significativa per CVL, in termini di risultati, è rappresentata dagli interventi per arresto cardiaco. Dal Registro PreH-Utstein della Federazione Cantonale Ticinese Servizi Autoambulanza (FCTSA), che raccoglie e analizza sistematicamente i casi in Ticino e Mesolcina nell’ambito di questa patologia, emerge che nel 2014 sono state rianimate 72 persone di cui 64 di eziologia (origine) cardiaca, 4 su trauma e 9 su problema respiratorio. È ora possibile a distanza di 1 anno identificare il livello della qualità di vita dei pazienti rianimati nel 2013: il 32% dei pazienti rianimati con ritmi cardiaci iniziali defibrillabili e con collasso testimoniato sono vivi e la loro qualità di vita è buona. Come in tutto il Cantone, i risultati della sopravvivenza ottenuti sono ritenuti a livello europeo tra i migliori in assoluto, grazie anche al prezioso lavoro svolto in questi anni dalla Fondazione Ticino Cuore, artefice della divulgazione di una cultura sulla rianimazione e defibrillazione precoce rivolta ai comuni cittadini.

Un altro dato significativo riguarda il trattamento del dolore. L’Ente ha analizzato nel dettaglio i risultati dei protocolli di cura pre-ospedaliera e ha rilevato che il 75% dei pazienti all’arrivo in ospedale ha dichiarato una sensibile riduzione del livello di dolore.

Nel 2014 è stata introdotta anche la nuova procedura di ospedalizzazione precoce in caso di ictus iperacuto, con la supervisione della “stroke unit” dell’EOC e il coordinamento della Federazione Cantonale Ticinese Servizi Autoambulanza (FCTSA). L’obiettivo è quello di rivascolarizzare il cervello ischemico in tempi brevi in modo da evitare i danni irreversibili di questa patologia.

A fronte della costante crescita delle sue missioni, CVL ha mantenuto invariato l’assetto operativo. L’Ente mette a disposizione della popolazione 5 ambulanze nei giorni feriali tra le 07:00 e le 19:00, 4 ambulanze nella stessa fascia oraria del sabato e 3 ambulanze la domenica e i festivi infrasettimanali. Resta invariata anche la composizione del team di soccorso, che include 10 medici d’urgenza, 10 infermieri specializzati, 42 soccorritori diplomati e 112 soccorritori volontari.

Anche dal punto di vista della formazione territoriale (corsi di rianimazione e defibrillazione precoce, primi soccorsi, ecc…) l’anno trascorso è stato particolarmente intenso. Gli insegnanti di CVL hanno formato 3181 persone nell’ambito di 295 corsi.

Nuovo organigramma CVL

Il 2015 si è aperto con importanti cambiamenti nell’organigramma di Croce Verde. Filippo Tami è stato nominato nuovo Direttore dell’Associazione, mentre Paolo Ziella è il nuovo Direttore del Servizio Autoambulanza.

 

Fonte: http://www.tio.ch/
Le foto presenti sul sito sono state in larga parte reperite su Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo all’indirizzo e-mail admin@soccorritori.ch, lo Staff provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento