Coronavirus, il Ticino chiude i battenti

Le nuove misure restrittive del Governo: restano aperti supermercati e farmacie

Sabato pomeriggio il Governo ticinese ha emanato delle nuove misure restrittive per combattere il Covid-19. Da mezzanotte, fino al 29 marzo, rimarranno chiusi tutti gli esercizi pubblici (dai bar alle capanne) e i negozi che non vendono beni di prima necessità. Sono garantiti i servizi di consegna a domicilio, bancari, postali e quelli delle mense non aperte al pubblico. Tutte le altre attività (compresi quelle dei servizi cantonali) dovranno essere ridotte al minimo indispensabile. Non si esclude il rinvio delle elezioni comunali.

Le misure in sintesi:
– Devono rimanere chiusi al pubblico tutti gli esercizi della ristorazione (bar, pub, ristoranti, alberghi, campeggi, bar delle stazioni di servizio, bar delle pasticcerie, capanne). Sono esclusi i servizi di consegna a domicilio, le mense sociali, quelle aziendali e per le case anziani.
– Devono rimanere chiusi al pubblico negozi e mercati, a esclusione di negozi di beni di prima necessità come beni alimentari (supermercati) e sanitari (farmacia) oltre alle stazioni di benzina.
– Devono rimanere chiusi al pubblico barbieri, parrucchieri e centri di estetica, anche a domicilio.
– Limitare al minimo indispensabile tutte le attività.
– Restano garantiti i servizi postali, bancari, assicurativi.
– La Polizia cantonale e comunale vigila sulle suddette nuove disposizioni.
– L’offerta di trasporto pubblico sarà modulata.
– Varate delle misure a sostegno dell’economia (Infoline per le aziende 0840 117 112, attiva da domenica mattina) e dei privati.
– Prevista una dilazione di 60 giorni per le fatture emesse dal Canton Ticino.

In Svizzera le persone positive al coronavirus sono oltre 1’300 di cui 265 in Ticino (64 ospedalizzati e 13 in terapia intensiva) e 47 nei Grigioni. In Ticino sabato mattina sono stati annunciati altri due decessi che portano il totale dei morti legati al Covid-19 a 5. I dati delle guarigioni non sono ancora disponibili, ma il numero delle persone che si sono ristabilite è in forte aumento.

Fonte: https://www.ticinonews.ch/
Le foto presenti sul sito sono state in larga parte reperite su Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo all’indirizzo e-mail admin@soccorritori.ch, lo Staff provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.
Print Friendly, PDF & Email